C Silver: O.A.S.I. 83 - GeneaBiomed Chivasso 77 - A.S.D Pallacanestro Chivasso
1330
post-template-default,single,single-post,postid-1330,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

C Silver: O.A.S.I. 83 – GeneaBiomed Chivasso 77

C Silver: O.A.S.I. 83 – GeneaBiomed Chivasso 77

A.S.I. LAURA VICUNA: Chirio A. 17, Balestrieri G. 16, Barbieri L. 15, Molinario L. 12, Blotto G. 10, Tarquinio M. 5, Motta A. 5, Murgia M. 3, Nacci G., Mangone M., Bevacqua A. ne, Motta M. ne,
All.re:Musto.

GENEABIOMED CHIVASSO: Vai D. 16, Delli Guanti S. 16, Cester F. 14, Morello C. 11, Delli Guanti M. 7, Cirla L. 5, Ratto L. 5, Migliori N. 2, Cocco V. 1, Vettori A., Pepino L., Buffa ne,
All.re:Iannetti.

SVANISCE AL SUPPLEMENTARE IL SOGNO DI VIOLARE IL CAMPO DEL OASI LAURA VICUNA PER LA GENEABIOMED

Svanisce al supplementare il sogno di violare il campo del Oasi Laura Vicuna per la GeneaBiomed Chivasso che cede ai rivalersi per 83-77 dopo 45 minuti di gioco. Infatti non sono bastati i 40 minuti regolari per determinare il vincitore tra le due formazioni che occupavano la seconda posizione in classifica alle spalle di Savigliano.

Purtroppo Chivasso paga la stanchezza mentale e fisica negli ultimi tre minuti del supplementare, quando non trova più la via del canestro e subisce il rientro dei padroni di casa che impattano e sorpassano, facendo pagare caro ai chivassesi tre palle perse consecutive.

Eppure i biancoverdi erano stati bravi a non disunirsi nel primo tempo, quando i padroni di casa bombardano dalla lunga distanza, soprattutto nel primo quarto, trovando quattro triple che puniscono le fallaci rotazioni difensive dei chivassesi. La precisione nel tiro da tre consente a Oasi di chiudere i primi 10 minuti di gioco sul 19-13, mentre nel secondo quarto i chivassesi sospinti da Simone Delli Guanti e Cester trovano maggiore incisività offensiva ed equilibrio difensivo, chiudendo il tempo di gioco in perfetto equilibrio ed andando al riposo lungo sul 31-25.

Al rientro dagli spogliatoi la GeneaBiomed inizia a macinare il suo gioco offensivo e grazie a due triple di Simone Delli Guanti ed ad una di Vai, unite ad una difesa a tutto campo attenta, si riporta a -1 sul 43-42, prima di accusare una leggera flessione e subire il contro parziale di Balestrieri e Chirio, che permettono ai padroni di casa di arrivare all’ultimo intervallo sul 52-47.

L’ultimo giro d’orologio è da vivere col fiato sospeso: i biancoverdi producono il loro massimo sforzo su entrambi i lati del quarto per ribaltare il risultato, mentre i padroni di casa cambiano le difese per cercare di blindare il risultato e portare a casa il referto rosa.

A quattro minuti dalla sirena il tabellone segna un rassicurante 63-55 per i padroni di casa, ma Chivasso non vuole alzare bandiera bianca e grazie ai suoi esterni recupera punto su punto fino a sorpassare sul 65-67 grazie alla tripla dall’angolo Di Mattia Delli Guanti a 22” secondi dalla sirena finale. Oasi ricorre subito al time out ed al rientro in campo impatta con Balestrieri, lasciando 10” ai chivassesi per organizzare il tiro della vittoria. Il jump di Morello però non trova il fondo della retina ed è over time.

Nei cinque minuti supplementari Chivasso pare prendere nuovamente il largo grazie all’energia di Mattia Delli Guanti e Cirla che regalano il +5 ai propri compagni a due minuti e mezzo dalla fine. Per la GeneaBiomed pare fatta, ma all’improvviso si spegne la luce, gli errori si accumulano e Oasi punisce le palle perse chivassesi con un contro break che fissa il risultato finale sul 83-77, grazie alla precisione dalla lunetta sul fallo sistematico dei chivassesi.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.